Hosting gratuito e dominio gratis offerti da HostingGratis.it



CONOSCI PRIMA TE STESSO, POI GLI ALTRI

La “Difesa Psicomarziale” si fonda sull’unione di due linguaggi che possono essere considerati “complementari”: quello del Karate Tradizionale e quello della psicologia.  

L'azione primaria avviene sul gruppo/individuo senza trascendere dalla relazione di fiducia che si istaura, una relazione che è capace di far compiere dei movimenti “sistemici” volti alla comunicazione del disagio che trasformato in risorse diventa un terreno ottimale per ottenimento dell’equilibrio corpo-mente. 

Nel Karate Tradizionale e più in generale nelle arti marziali, tale equilibrio viene indicato con il nome di “Zanshin” (Zan=perseverare e Shin=mente), ovvero il “perseverare nella mente”: se in quest’arte marziale il perseverare nella mente in caso di difficoltà  permette di congiungere la  presenza fisica/abilità tecnica ad un’adeguata attitudine emotiva, in psicologia tale concetto riprende quello di “resilienza”, cioè la capacità propria delle persone di far fronte agli eventi stressanti o traumatici, e di riorganizzare in maniera positiva la propria vita dinanzi alle difficoltà.

La resilienza/Zanshin, in sostanza, è  la capacità di ciascuna persona di resistere ai traumi e le sofferenze della vita e di progettare positivamente il proprio futuro.

Grazie agli strumenti della psicoterapia sistemica e sfruttando le peculiarità del Karate, dunque, è possibile creare le condizioni  per far si che i corsisti riescano  a raggiungere un livello soddisfacente di consapevolezza dei propri mezzi e di padronanza di se stessi nelle occasioni di confronto con l’altro.


Il tutto si  sviluppa su 3 linee guida:

1) l’equilibrio del corpo attraverso lo studio della postura, della respirazione diaframmatica e della coordinazione;

2) l’equilibrio della mente che si acquisiste adeguando l’espressione del proprio agire al momento, al contesto e alla persona che abbiamo davanti: «E’ inutile sparare con un cannone ad un coniglio».

3) l’integrazione degli aspetti anatomo-funzionali ad altri psico-relazionali, riflettendo sulla complessità del linguaggio delle emozioni che utilizzano il corpo come teatro.


Se da un lato l’insegnate di Karate durante le lezioni, nella trasmissione delle proprie skills, cerca di infondere una maggiore consapevolezza delle proprie capacità fisiche evidenziando, ipso tempore, le difficoltà psicomotorie dei corsisti, la dott.ssa Liguori prende in esame il sistema gruppo nella sua dinamica  analizzando  l’andamento delle relazioni gruppali, la sua struttura e il suo fluire: si tratta, dunque, di incontri in cui si alternano la parte pratica con quella teorico-esperenziale.


Sedi:

  • San Vito di Montecorvino Pugliano (SA)

     A soli 3 minuti dal  DECATHLON - Palestra Scuola Materna - ASD JISHINDO

     Lunedì - Mercoledì - Venerdì   ore 19.00 - 20.00



FORMAZIONE

E' possibile concordare lezioni individuali e/o creare percorsi formativi ad hoc








sERVIZI

Per consulenze e sostegno psicologico, la dott.ssa Tiziana Liguori riceve su appuntamento in via Ligabue n.3, Battipaglia (SA)